🔍 Fantascientifico

Black hole

San Junipero era una città ambigua; un tempo facente parte degli Stati Uniti d'America, ora appartenente all'Impero Hawaiano, fondato dopo la conquista di un vasto territorio occidentale degli Stati Uniti da parte del Giappone durante la seconda guerra mondiale. Kuro Holoi era uno psicologo cinico che cercava di sfuggire alla monotonia della vita quotidiana e alla noia esistenziale che lo affliggeva. Nonostante il suo lavoro gli desse l'opportunità di studiare le persone e comprendere la natura umana, era sempre alla ricerca di una comprensione più profonda e di risposte alle sue domande.


Un giorno, mentre attraversava il deserto, Kuro incontrò Zemalistron, un'entità superiore positiva e sarcastica che faceva parte dei sette pilastri che regolavano l'universo. Zemalistron, che regolava il tempo, decise di unirsi a Kuro, donandogli parte dei suoi poteri e permettendogli di viaggiare per l'universo come un sicario.


Kuro si trovò coinvolto in una serie di missioni segrete, dove imparò molte lezioni sulla natura delle cose e sull'esistenza del bene e del male. Scoprì che l'equilibrio tra queste due forze era fondamentale per il mantenimento dell'universo. Attraversò la galassia, incontrando nuove creature e razze, alcune delle quali ostili e pericolose.


Durante uno di questi viaggi, Kuro si scontrò con Akea Seigen, un ragazzo fuso col pilastro dello spazio. Akea era impazzito e aveva come obiettivo quello di uccidere tutte le persone che soffrivano e che avevano fatto soffrire. La lotta tra i due fu intensa, ma alla fine Kuro riuscì ad avere la meglio su di lui.


Successivamente, Kuro iniziò a comprendere che la vita, così come le emozioni e le esperienze, aveva un significato diverso per ogni individuo e che ogni persona avrebbe dovuto trovare la propria strada e definire il proprio scopo..


Quando Kuro tornò a San Junipero, aveva acquisito una nuova visione della vita e della propria esistenza. Non era più la persona cinica e annoiata che aveva lasciato la città, ma un uomo più maturo e consapevole.


La sua esperienza lo aveva portato ad apprezzare i momenti felici e a guardare il mondo con occhi diversi. Kuro capì che la vita non doveva essere vissuta come una spiacevole giungla di incontri casuali, ma come un'opportunità per crescere e trovare la propria strada nella vita.

Leonardo Ranieri

Vuoi scoprire le novità sull’AI e non perderti le nostre prossime sfide? StAI tuned!